Glossario

Armonico

un vino che ha caratteri complessi, ma senza che nessuno di essi spicchi sugli altri in modo eccessivo.

 

Aromatico

caratteristica di un vitigno che ne indica l’appartenenza per classe di profumo e gusto alla categoria degli aromatici (esempio Moscato, Malvasia, Brachetto, Freisa, Traminer).

 

Asti

il più famoso spumante dolce d.o.c.g.

 

Bouquet

l’insieme dei profumi che alcuni vini acquistano con l’invecchiamento.

 

Brut

vino a basso contenuto di residuo zuccherino (spumante secco).

 

Charmat

il metodo di fermentazione naturale in speciali contenitori chiusi e termoregolati utilizzato per la produzione degli spumanti.

 

Cuvée

partita di vino destinata a diventare spumante a far parte della cuvée: possono concorrere più tipi di vino.

 

Demi Sec

uno spumante che mantiene una lieve nota dolce (contiene da 15 a 35 grammi di zucchero per litro).

 

D.o.c.g.

sigla di denominazione di origine controllata e garantita, sta a indicare che quella bottiglia ha subito una serie di controlli sulla qualità e sulla sua origine, che tutelano particolarmente il consumatore.

 

Dolce

lo spumante in cui gli zuccheri dell’uva sono predominanti al gusto (oltre 50 grammi di zucchero per litro).

 

Flûte

il tipico calice stretto e lungo che esalta il perlage; il termine è femminile.

 

Fruttato

dotato di profumi e sapori che ricordano la frutta fresca; qualità tipica dei vini giovani.

 

Metodo classico

metodo di elaborazione degli spumanti che sta ad indicare fermentazione in bottiglia.

 

Perlage

la risalita “a fontanella” delle bollicine di anidride carbonica nel Bicchiere più queste sono fini e persistenti, migliore è la qualità dello spumante.

 

Vitigno

varietà di uve dalle quali è ottenuto un dato vino.